Trattamenti non chirurgici

Fonte: Dr. Mallmann Inviato da Dr. Salguero
Medico e dermatologo trattamentoemorroidi.com (Medico)
(Numero di college: 49843) (Numero di college: 22831)

Mar. 22, 2010. Le tecniche non chirurgiche utilizzate per estirpare o ridurre la dimensione delle emorroidi sono principalmente 2. Si utilizza una o l’altra a seconda del tipo di emorroidi e dei sintomi che le caratterizzano. Le mostriamo a continuazione:

Hay diferentes tipos de láser

Legatura con gomme elastiche: Si tratta di una forma di trattamento delle emorroidi interne i cui sintomi più frequenti sono le emorargie. Le tecniche operatorie consistono nella collocazione di uno o due piccoli elastici attorno alla base delle emorroidi nel retto, per provocarne la necrosi e la scomparsa; questo provoca una interruzione della circolazione sanguigna, ed in un paio di giorni si produce la caduta delle emorroidi e della banda elastica, lasciando una piccola ferita che viene curata senza alcuna complicazione. Questo trattamento si realizza in forma abulatoria e senza anestesia ed è efficace per trattare le emorroisi di 1º e 2º grado. Durante i primi giorni può provocare dolore.

Escleroterapia (con iniezione): È abitualmente il primo tratatmento quando c’è una emorargia o un prolasso precoce. l’Escleroterapia fu sviluppata negli anni 20 e consiste nell’iniettare una soluzione chimaca esclerosante (solitamente FENOL) attraverso un micro-ago (che solitamente causa un lieve dolore) all’interiore delle emorroidi che fa si che si “secchino” e che diminuiscano gradualmente di misura. I primi risultati sono soddisfacenti nel controllo dell’emorargia –anche se i sintomi posso essere intermittenti- però normalmente è necessario ripetere la escleroterapia. Un trattamento tipico può durare da 15 a 20 minuti e consta di molteplici iniezioni. Questo metodo può eliminare la necessità di un intervento chirurgico invasivo.

Guadagna 5€ di bienvenuto Iscriviti e cogli l’occasione dello sconto di 5€ e di molte altre offerte.